Rete dei comunicatori di Agenda Digitale del Veneto

C’è un legame inscindibile fra un servizio digitale per il cittadino e la sua corretta comunicazione. Da questa consapevolezza è nata, nel luglio 2020, la «Rete dei comunicatori di Agenda Digitale del Veneto». Rete, perché ha messo insieme una community, in costante aumento, di operatori della Pubblica Amministrazione a contatto diretto con i cittadini (e con le loro esigenze). Una rete di supporto ad Agenda Digitale del Veneto nel comunicare al meglio le nuove opportunità della Pubblica Amministrazione: piattaforme e servizi digitali a disposizione di cittadini e imprese.

 

L’iniziativa di Agenda Digitale del Veneto punta a colmare il gap esistente fra il mettere a disposizione opportunità digitali per i cittadini e far arrivare agli stessi l’informazione necessaria per utilizzarli. Attraverso un equilibrato mix di formazione e pratica, la «Rete» analizza dal punto di vista comunicativo i vari servizi digitali, cogliendone così i punti di forza da raccontare poi all’utente finale.

 

Il percorso ha così portato alla creazione di un kit di comunicazione multimediale, fatto di video, comunicati stampa, locandine, grafiche per i social. Agenda Digitale del Veneto ha sostenuto la crescita della community anche con webinar formativi, momenti di costruzione condivisa di strategie e strumenti di intervento e, a livello generale, ascoltando le esigenze dei partecipanti alla «Rete», discutendo così di comunicazione e di come rinsaldare, sempre più, il rapporto fra la Pubblica Amministrazione e il cittadino.

 

Senza tralasciare i più tradizionali metodi di comunicazione, un focus particolare è stato dedicato all’utilizzo dei canali social, sempre più importanti nel collegare PA e utente finale. A chiederlo sono i cittadini stessi: un’analisi dell’Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale, datata 2019, racconta come il 72% degli utenti ritenga credibili le informazioni pubblicate dalla PA sui propri social (con un incremento del 23%) e utili al miglioramento del rapporto con i cittadini (64%), tanto il 47% degli intervistati ritiene sia necessario implementarne la diffusione.

 

La «Rete» è fatta di operatori qualificati in grado di fornire poi, loro stessi, un feedback nel testare i servizi digitali che poi saranno offerti al cittadino, proponendo così nuove soluzioni e aggiustamenti per migliorarli. Questo per evitare il rischio di un effetto boomerang che non di rado accade quando si parla di «rivoluzioni digitali»: ovvero un nuovo servizio, o nuovi servizi, non conosciuto, e di conseguenza poco sfruttato, dagli utenti che dovranno utilizzarlo.

 

Per entrare a far parte della “Rete dei comunicatori di Agenda Digitale del Veneto” devi avere un rapporto lavorativo con la Pubblica Amministrazione in quanto diventi un riferimento per noi nel ruolo di “comunicatore”.